Lego per l'Autismo: il programma Brick by Brick. Costruire insieme per aiutare la comunicazione sociale

Venerdì 2 aprile si celebra la Giornata Mondiale per la Consapevolezza sull'Autismo. In questa occasione LEGO Foundation annuncia il suo sostegno a Play Included™ C.I.C., un’impresa sociale con sede nel Regno Unito, dedicata alla formazione di insegnanti e psicologi all’utilizzo del gioco LEGO® a fini terapeutici, nell’ambito del programma di successo Brick-by-Brick.

La partnership si basa sulla convinzione condivisa che tutti i bambini dovrebbero avere le stesse opportunità nella vita per sviluppare l’ampia serie di competenze necessarie per affermarsi nel 21° secolo, tra cui le abilità di comunicazione sociale.

LEGO Foundation e Play Included riconoscono e valorizzano i talenti unici dei bambini autistici e vogliono contribuire a sostenerli attraverso la partnership. Insieme, puntano a rendere ancora più accessibile il sistema di apprendimento attraverso il gioco Brick-by-Brick, raggiungendo più bambini e ragazzi dai 5 ai 18 anni che possano beneficiarne.

Il programma Brick-by-Brick riunisce i bambini attraverso l’interesse condiviso per il gioco LEGO, in ambienti di gruppo che i bambini chiamano Brick Club. Nei Brick Club, lavorano insieme per costruire specifici modelli LEGO o progettano e costruiscono le proprie creazioni LEGO a stile libero, riuniti in piccole squadre.

Faranno a turno per assimilare i diversi ruoli del processo di costruzione, fino a quando il modello è completo: ad esempio, gruppi di tre saranno divisi in un ingegnere che dà le istruzioni, un fornitore che trova i mattoncini pertinenti, e un costruttore che mette insieme i pezzi. Dal momento che i bambini autistici possono aver bisogno di ulteriore supporto per la comunicazione sociale, il programma Brick-by-Brick può aiutare a rendere le interazioni più significative e coinvolgenti attraverso ruoli, regole e attività chiare.

Costruendo e giocando insieme i bambini collaborano, comunicano, negoziano e risolvono problemi, sviluppando amicizie e creando opportunità sociali durante il percorso, in un ambiente sicuro e divertente, guidati da adulti che hanno seguito una formazione completa nella facilitazione dell’apprendimento ludico.

Sfruttando gli strumenti e le strutture della LEGO Foundation e creando nuove attività per la casa, la partnership vedrà il programma Brick-by-Brick implementato con una maggiore enfasi sul contenuto, e una maggiore facilitazione dell’apprendimento ludico.

Verranno anche condotti degli studi per esplorare come questo concetto di apprendimento attraverso il gioco possa avere un impatto positivo sulla vita dei bambini con altre condizioni, come l’ADHD, l’ansia o coloro che hanno affrontato esperienze di vita ostili. Insieme ai membri della comunità autistica e ai partner accademici, sarà avviata una nuova ricerca che si concentrerà sull’impatto che il concetto rinnovato sta avendo sui bambini che prendono parte al programma.

Infine, una delle principali ambizioni della partnership è quella di estendere il programma a più Paesi, ma al contempo aumentando la sua portata nei Paesi esistenti.

Benefici del programma Brick-by-Brick

I bambini neurodiversi possono spesso essere fraintesi a causa dei diversi modi di comunicare, ma hanno lo stesso bisogno e desiderio di tutti gli altri bambini: sentirsi compresi, accettati e costruire amicizie significative per raggiungere il loro pieno potenziale e le loro aspirazioni nella vita.

I Brick Club danno loro un’opportunità di apprendimento unica e giocosa per avere esperienze sociali positive, connettersi con gli altri su un interesse condiviso, migliorare il benessere emotivo e sviluppare amicizie. Le iniziative ludiche e di supporto sociale come il Brick Club possono anche aiutare a ridurre alcune situazioni negative come l’isolamento sociale e i problemi di salute mentale, e contribuire a costruire una maggiore consapevolezza e accettazione dell’autismo da parte della società.

Con diversi studi nazionali che dimostrano che il 50-90% dei giovani adulti autistici è disoccupato o gravemente sottoccupato, e tra essi molti sperimentano problemi di salute mentale (ad esempio, nel Regno Unito, l’80% degli adulti autistici sperimenta problemi di salute mentale ad un certo punto della vita, contro il 25% della popolazione generale), non è mai stato così importante sostenere attivamente lo sviluppo socio-emotivo nei bambini autistici.

Il programma Brick-by-Brick si basa sull’idea originale di utilizzare il gioco LEGO con i bambini autistici per sostenere il loro sviluppo emotivo sociale, dato che molti spesso brillano per la loro attenzione ai dettagli e abilità con le costruzioni LEGO. Questa metodologia è conosciuta come LEGO Based Therapy ed è stata sviluppata nel 2004 dal Dr. Dan LeGoff, un neuropsicologo pediatrico statunitense e ora ambasciatore di Play Included. La ricerca sulla LEGO Based Therapy ha mostrato risultati positivi per l’interazione sociale, la comunicazione, il comportamento e il benessere emotivo di bambini e giovani nello spettro autistico.

Abbiamo parlato di:
Condividi sui social