Dumbo, Peter Pan e Aristogatti vietati ai minori di 7 anni perché razzisti. L'autocensura di Disney

Disney autocensura alcuni dei suoi film storici, classificandoli dai 7 anni in su. Si tratta di Peter Pan, degli Aristogatti e di Dumbo, che al loro interno contengono scene in cui vengono veicolati messaggi stereotipati e denigratori, oltre che proporre messaggi sbagliati, come spiega la stessa Disney in una pagina dedicata.

Il colosso dei cartoon ha così deciso di mettere un bollino che classfichi questi film come dai 7 anni in su, mentre in alcuni paesi come in Gran Bretagna i lungometraggi sono stati rimossi dai contenuti per i più piccoli all'interno della piattaforma Disney+.

Le motivazioni che stanno alla base di tale scelta riguardano la presenza di scene a sfondo razzista: come un gatto siamese che suona il pianoforte con le bacchette negli Aristogatti, ricalcando una persona asiatica, i corvi di Dumbo che ridicolizzerebbero la schiavitù o ancora gli stereotipi dei nativi americani presenti in Peter Pan. I film sono vittime del tempo in cui sono stati realizzati, quando questo tipo di messaggio era sostanzialmente accettato dalla società.

«Questi stereotipi spiega la Disney erano sbagliati allora e lo sono adesso», ma l'azienda ha preferito lasciare libera la fruizione dei contenuti, piuttosto che rimuoverli, nell'ottica di stimolare un dibattito per un futuro più inclusivo. Già da alcuni mesi alcuni film Disney presentano un disclaimer che riguarda i contenuti potenzialmente dannosi perché denigratori di popolazioni e culture.

Abbiamo parlato di:
Condividi sui social