Una stanza per l'allattamento in Parlamento

Ci sono voluti due anni, ma finalmente anche in Parlamento c'è una comoda stanza per l'allattamento (a dire il vero ce ne erano già, ma distanti dall'aula).

Si tratta quindi di una piccola conquista, che consentirà alle deputate di continuare ad allattare e lavorare. La stanza con poltrone e zona fasciatoio è infatti vicinissa all'emiciclo di Montecitorio, in modo che le deputate non debbano allontanarsi troppo per continuare ad allattare. Tuttavia manca ancora il pulsante per votare, il prossimo step per far sì che non ci sia discrepanza tra il lavoro delle deputate e dei deputati.

A Montecitorio infatti non si può allattare in aula, nonostante una mozione del 2019 dell'onorevole Paola Carinelli allora neomamma che portò avanti un dibattito su questo tema.

Ora, a due anni di distanza, grazie al lavoro di Carinelli e del Questore Francesco D’Uva, è entrata in funzione la stanza dell'allattamento. Un piccolo passo verso la parità di genere anche se ancora appunto serve l'introduzione del pulsante per votare.

Abbiamo parlato di:
Condividi sui social