Villa Pallavicini con i bambini, alla scoperta del Parco più bello d'Italia

A pochi chilometri dal centro di Genova e precisamente a Pegli c'è un parco che è stato nominato nel 2017 come Parco più bello d'Italia: Villa Durazzo Pallavicini. Il parco non è propriamente un parco per bambini, qui non troverete né giochi, né attrezzature per i più piccoli.

Si tratta infatti di un parco molto speciale: un giardino italiano romantico costruito con un impianto scenico, come fosse uno spettacolo teatrale. Il percorso dall'ingresso alla fine, così come lo immaginò il marchese Pallavicini nella metà dell'Ottocento (1840-1846) su progetto dell'architetto Michele Canzio rappresenta un'ascesa anche spirituale attraverso tre chilometri che si inerpicano su una collina e otto ettari di parco.

Al di là degli aspetti che possono essere più interessanti per un adulto, per cui sono disponibili tour guidati e guide per scoprire tutti i segreti di Villa Durazzo Pallavicini, dalla ricchezza delle sue piante a tutta la struttura scenica, chi visita il Parco insieme ai bambini, può trovare parecchi spunti interessanti da far scoprire ai piccoli.

Innanzitutto la stagionalità: a seconda di quando sceglierete di visitare il parco potrete imbattervi in diversi scenari, ad esempio tra febbraio e marzo si può ammirare la spettacolare fioritura delle camelie.

Il parco è anche ricco di piccoli rii, laghetti e cascatelle, ma la parte che sicuramente apprezzeranno di più i bambini è il lago grande, che in alcuni periodi è possibile anche attraversare in barca.

Il laghetto è anche abitato da pesci e da tartarughe d'acqua che si possono ammirare quando vengono a riposarsi sulla riva. Nella zona del Lago Grande, suggestiva per tutta la famiglia, ci sono anche un ponte in stile orientale e una pagoda che saranno sicuramente apprezzati dai più piccoli.

Prima del Lago Grande incontrete un'altra cascata e un laghetto più piccolo, dove i bambini potranno soffermarsi a scopire le carpe anche di notevoli dimensioni.

Il percorso è in salita ed è piuttosto lungo: assolutamente sconsigliato visitare il parco con il passeggino. Meglio un marsupio ergonomico per bambini, mentre i più grandicelli possono tranquillamente camminare.

È possibile arrivare fin sulla sommità della collina, dove si trova un Castello, anche in questo caso al di là del significato che si inserisce all'interno dello spettacolo teatrale voluto da marchese, è una struttura che piacerà ai bambini.

Si può anche salire e ammirare il panorama dalla terrazza. Per arrivare al Castello il percorso è piuttosto lungo, potete anche optare per fermarvi a metà strada e scendere direttamente verso il lago grande.

Per chi sceglie il percorso più lungo, una volta superato il Castello inizia la discesa che porta fino al Parco Giochi, dove è possibile trovare una giostra e un'altalena (dove non è possibile salire), perché fanno parte del percorso scenico.

A questo punto si torna all'ingresso del parco, che si trova proprio a fianco della stazione di Genova Pegli. Il Parco è comodamente raggiungibile con il treno. Per chi arriva in automobile si consiglia di parcheggiare presso Molo Archetti e arrivare a piedi all'ingresso del parco, cui si accede con una lunga salita acciottolata, con cui inizia l'ascesa vera e iniziatica, come l'aveva ideata il Marchese Ignazio Pallavicini.

Abbiamo parlato di:
Condividi sui social